Chiudi
Grand Hotel Calciomercato

Disabilita l'adblock

Chiudi
Grand Hotel Calciomercato

Chiudi
profile picture

Redazione

profile picture
profile picture
Pobega già fondamentale: i retroscena del suo arrivo al Torino
pobega-image-gpo

L’anno scorso ha assaggiato la Serie A a La Spezia: gli è piaciuta e lui è piaciuto al campionato. Quest’anno si è seduto al tavolo del Torino, sperando poi di tornare intorno a quello di casa sua, al Milan. Tommaso Pobega sta diventando sempre più imprescindibile nel centrocampo di Ivan Juric. E pensare che è stato un colpo di fine mercato.

Il tentativo dello Spezia

Sì perché Pobega è arrivato in Piemonte il 27 agosto, dopo il rientro a Milano dal prestito allo Spezia. La società ligure l’avrebbe rivoluto indietro anche per questa stagione e il direttore sportivo ligure, Riccardo Pecini, è andato di persona a Casa Milan per riprendersi il talento classe 1999.

Il ds Pecini a Casa Milan

Anche lo stesso giocatore è stato più volte in sede durante l’estate per capire il suo futuro. Il Milan lo ritiene un elemento validissimo e di ottima prospettiva ma, essendo una mezz’ala, al momento non c’è spazio per questo tipo di giocatore nel 4-2-3-1 di Stefano Pioli. Per questo Maldini lo voleva sì cedere, ma in prestito, per fargli fare le ossa anche in una piazza importante a livello di tifo e pressioni.

L'incontro decisivo Vagnati-Bastianelli

L'incontro con il Torino e la chiusura

Ed è così che è nata l’idea Torino che si è concretizzata velocemente. Tutto grazie a un altro di tavolo, quello dell’Hotel Bulgari di Milano dove si sono visti a pranzo l’agente di Pobega, Patrick Bastianelli, e la società granata. Dall’antipasto al caffè il colpo è stato chiuso, lo Spezia beffato e Juric accontentato. Ora l’allenatore croato se lo coccola.

A cura di Niccolò Severini

SCROLL TO TOP