Chiudi
Grand Hotel Calciomercato

Disabilita l'adblock

Chiudi
Grand Hotel Calciomercato

Chiudi
profile picture

Redazione

profile picture
profile picture
Dal mancato addio al gol all'esordio stagionale. L'ultimo pazzo mese di Mattia Destro
destro-genoa-image-1

Le valigie pronte e la sensazione che si stia aprendo una nuova pagina della carriera. Poi salta tutto, ti ritrovi titolare in campionato e lasci il segno. Questo il riassunto dell’ultimo mese di Mattia Destro. Oggi, lanciato titolare da Ballardini dopo due panchine consecutive, non si è fatto pregare per tornare a fare quello che sa fare meglio: gol. Sono 11 quelli dello scorso anno in Serie A, oggi il primo della  nuova stagione.  

 

Oggi in gol alla prima. Pronti via. Eppure negli ultimi giorni di mercato sembrava proprio che il futuro di Destro dovesse essere a tinte bianconere. Era infatti tutto fatto con lo Spezia. Mattia fuori e dentro Nzola. Poi in poche ore è cambiato tutto, grazie a... una telefonata e un chiarimento con il presidente Preziosi.  

 

La telefonata di Preziosi e il chiarimento

Cosa è questa storia che vuoi andare via?”.  Mattia però non aveva nessuna voglia di cambiare aria. “Vorrei restare”. Questa la risposta dell’attaccante. Poi è saltato anche tutto con lo Spezia. I bianconeri volevano anche il portiere Semper in prestito, più un giovane del settore giovanile.  

 

Niente da fare, scambio annullato e Destro rimane in rossoblù. Oggi la prima da titolare contro il Cagliari e ha subito trovato il gol. Ripartire al massimo.  Suo il gol che ha dato il via alla rimonta del Genoa, completata poi dalla doppietta di Fares. Gol e vittoria finale, modo migliore per tornare in campo Mattia non poteva trovarlo.

SCROLL TO TOP